Le nostre ricette: 2010

Tutti i diritti riservati agli autori delle ricette. E' vietata per legge la riproduzione delle ricette anche parziale e con qualsiasi mezzo senza l'autorizzazione scritta dei rispettivi autori.

mercoledì 15 dicembre 2010

Regali di Natale


Autore: Germana



Questa volta non é una ricetta di Flaminia, ma i regali di Natale che mi ha mandato per uno swap Natalizio organizzato da un'altra amica Unika del blog I piaceri della vita.
Questo é il contenuto del pacco
  • Olio evo Abruzzese
  • Semola per gnocchi (visto che lei é romana)
  • Farina di tipo 1 macinata con pietra naturale
  • Sale di Cervia
  • Tè dal mondo
Cosa dire? Grazie di cuore alla nostra nuova amica.

venerdì 10 dicembre 2010

Riso venere con gamberi e verdure


Autore: Flaminia Luccarelli
Ingredienti
  • 250 g Riso  venere 
  • 4 zucchine
  • 3 carote
  • 1 cipolla 
  • 500 g gamberi (anche surgelati)
  • 1 Arancia
  • 5-6 Pomodorini pachino
  • 4 cucchiai di olio evo 
  • sale - pepe
Fare una brunoise di verdure  e saltarle  in due cucchiai di olio.
Lessare il riso venere in acqua salata e scolare al dente. Unirlo poi alle verdure e lasciar insaporire.
Cuocere i gamberi a vapore dopo averli privati del carapace,  condirli con olio evo, unirli al riso  e insaporire il tutto con succo d' arancia.
Un piatto da gustare sia caldo che freddo.

    mercoledì 8 dicembre 2010

    Gnocchi di semolino con chips di speck


    Autore: Flaminia Luccarelli
    • 250 g di semolino
    • 1 l di latte
    • 60 g di burro
    • speck a fette q.b.
    • 5 cucchiai di parmigiano grattugiato
    • 2 uova
    • sale-pepe-noce moscata
    Portare a bollore il latte salato, unire il semolino, e sempre mescolando, cuocere per 20 minuti.
    Togliere dal fuoco, aggiungere metà  burro, 2 cucchiai di  parmigiano, i rossi d'uovo e la noce moscata.
    Stendere il semolino su un piano di lavoro possibilmente di marmo e far raffreddare.
    Con un coppapasta tagliare dei dischi e sistemarli in una pirofila  ed irrorare con il resto del burro fuso ed il parmigiano rimasti.
    Infornare a 180° fino a doratura.
    Nel frattempo scaldare molto bene un tegame antiaderente e mettere le fette di speck fino ad ottenere i chips che devono accompagnare gli gnocchi.

    martedì 23 novembre 2010

    Minestra di riso e lenticchie


    Autore: germana

    • 1 scalogno
    • 500 g di passata di pomodoro
    • 750 ml di brodo
    • 200 g di riso
    • 250 g di lenticchie
    • 2 cucchiai di olio evo
    • sale
    • prezzemolo tritato
    • Gran Soresina  grattugiato q.b.
     
    Tritare lo scalogno e farlo appassire nell'olio.
    Unire la passata di pomodoro e lasciar insaporire.Aggiungere il brodo bel caldo e le lenticchie che prima avrete lasciato in ammollo un paio d'ore.
    Cuocere almeno mezz'ora ed infine unire il riso.
    Salare se necessario, togliere dal fuoco e cospargere di prezzemolo e Gran Soresina grattugiato.
    E' una minestra molto buona, e se per caso il brodo dovesse non bastare, può diventare  un ottimo risotto.
    La ricetta é di Benedetta Parodi.

    lunedì 15 novembre 2010

    Focaccia ai semi di sesamo e finocchio


    Autore:germana

     
    Ingredienti
    500gr farina ai semi di sesamo e finocchio
    180 g di latte tiepido
    150 g di acqua circa
    10 g sale
    10 g zucchero
    1 cucchiaio di olio evo
    6g lievito granulare
    1/2 cucchiaino di miele

    Una salamoia fatta con 3gr di sale, 1 dito di  acqua bollente, dove ho fatto sciogliere  pizzico di sale e un cucchiaino di olio evo.
    Emulsionare molto bene

    Sciogliere il lievito nel latte tiepido con  il miele e unire 160g di farina.
    Dopo un’oretta  (era  raddoppiato) ho messo tutto nella mdp sul programma impasto aggiungendo a filo l'acqua e lasciato lievitare  un'ora nella stessa.
    Foderare con carta forno una teglia, mi sono unta le mani con l'olio evo ed ho steso a rettangolo, alto 1 cm l'impasto.
    Mettere a lievitare al caldo per una ventina di minuti.
    Nel frattempo ho acceso il forno a 200°
    Trascorsi i 20 minuti della lievitazione, con la punta delle dita ho creato le fossette e cosparso con la salamoia.
    Infornato per una quindicina di minuti, forno statico.
    La prossima volta la voglio provare con erbe fresche di Provenza oppure con  rosmarino, timo, maggiorana tritati.
    Sofficissima, delicata.

    lunedì 25 ottobre 2010

    Peperoni ripieni di pasta


    Autore: germana


    Ingredienti
    • 1 k di peperoni gialli e /o rossi ben sodi
    • 500 g di pomodori
    • una manciata di foglie di basilico
    • 1 spicchio d'aglio
    • 80 g di olive nere denocciolate
    • 50 g di acciughe diliscate
    • 1 cucchiaio colmo di pane grattugiato
    • 300 g di eliche
    • sale
    • pepe
    • 8 cucchiai di olio evo
    • 50 g di grana Padano grattugiato
    Pulire i peperoni , indi bruciacchiarli su fiamma viva spellarli togliere i semi ed il torsolo. Tagliarli a metà  e farli colare in un colapasta.
    Intanto preparare una salsa con 5 cucchiai di olio in cui si farà colorire 1 spicchio d’aglio, eliminarlo ed aggiungere 500 g di pomodori pelati e basilico fresco. Salare appena e pepare.
    In un altro tegame far riscaldare 3 cucchiai di olio con 1 spicchio d’aglio; appena colorito, eliminarlo ed unire all’olio 1 cucchiaio di pangrattato. Far colorire, indi aggiungere 80 g di olive nere snocciolate, ed in ultimo 50 g di acciughe diliscate, facendole sciogliere con l’aiuto di una forchetta. Lessare al dente  la pasta e  condirla prima con il sugo di pomodoro, poi con la salsetta alle olive.
    In una pirofila mettere i peperoni ripieni di  pasta condita , spolverare con grana padano grattugiato  e lasciar gratinare sotto il grill qualche minuto. 

    mercoledì 20 ottobre 2010

    Crostatine cotechino lenticchiee castagne


    Autore: germana
    • 1 rotolo di pasta sfoglia
    • 200 g di cotechino tagliato a cubetti già cotto
    • 200 g di castagne 
    • 200 g di lenticchie precotte
    • 1 foglia di alloro
    • 1 cucchiaio di passata di pomodoro
    • sale-pepe
    • 2 cucchiai di olio evo
    Procedimento
    Mettete nel forno a 180° per una ventina di minuti ,le castagne con il solito taglio.
    Fate appassire la cipolla nell'olio, unire le lenticchie con la foglia d'alloro, la passata di pomodoro e insaporire  per circa un quarto d'ora, aggiungendo se necessita del brodo, in modo che risulti un intingolo piuttosto cremoso.
    Nel frattempo con la sfoglia foderate 4 stampini da crostata, bucherellandone il fondo e versare nell'ordine:
    le lenticchie, i cubetti di cotechino e le castagne tritate molto grossolanamente.
    Infornare a 180° per 25-30 minuti.

    Mousse al cioccolato


    Autore: Martine

    Dose per 4-6 persone:
    • 200 g di cioccolato di copertura fondente
    • 6 uova
    • 4 cucchiai d'acqua
    • 1 pizzico di sale
    Mettete il cioccolato a pezzi in un'insaltiera insieme all'acqua e fatelo fondere a bagnomaria.
    Rompete le uova separando i tuorli dagli albumi.
    Montate a neve ben ferma gli albumi col sale.
    Aggiungete al cioccolato i rossi d'uovo, mescolate bene, quindi servendovi di una frusta, incorporate delicatamente i bianchi montati.

    giovedì 7 ottobre 2010

    Confettura di fichi verdi




    Autore: germana
    Ingredienti:
    • 1,50 dl di vino bianco
    • 1 k di fichi verdi
    • 500 g di zucchero
    Lavare 1 k di fichi verdi maturi, asciugarli,tagliarli  a metà; metterli in una casseruola con 1,5 dl di vino bianco e cuocere a fuoco basso, finché il vino sarà evaporato. Versare il tutto in un'ampia casseruola, aggiungere 500 g di zucchero, mescolare e cuocere a fuoco dolce (meglio se con lo spargi fiamma) per circa 20 minuti. Per verificare che la consistenza sia giusta, versare un cucchiaio di confettura su un piattino e inclinalo: se è pronta, scorrerà molto lentamente. 
    La ricetta é stata presa da Cucina no problem 2008

    sabato 25 settembre 2010

    Gelatina di mele e sambuco




    Autore: germana

    Una ricetta presa da Fruttapec Cameo
    Ingredienti: 
    • 400 g di bacche di sambuco
    • 600 g di mele già pulite
    • succo di 2 limoni
    • 400 ml di acqua
    • 1 busta Fruttapec 1:1
    • 800 g di zucchero
      Procedimento
      Lavare i grappoli di sambuco e sgranarne le bacche
      Sbucciare e tagliare a pezzettini le mele
      Mettere le bacche, le mele, ed il succo dei limoni in una pentola alta ed unire l'acqua.Raggiunta l'ebollizione continuare su fuoco medio per circa 10 minuti.
      Lasciare raffreddare.Versare gradatamente il composto in un telo da cucina e strizzare forte, raccogliendo il succo in un recipiente.
      Versare 800 g di succo in una pentola alta e mescolarvi il Fruttapec.Portare ad ebollizione e far bollire 1 minuto, solo a questo punto aggiungere lo zucchero.
      Riportare ad ebollizione sempre mescolando e far bollire 2-3 minuti.
      Togliere dal fuoco e mescolare ancora per 1 minuto.Versare la gelatina fluida e bollente in vasetti sterilizzati e chiudere ermeticamente.
      Capovolgere i vasetti per 5 minuti e poi riporli raddrizzati in dispensa a buio.

      giovedì 23 settembre 2010

      Torta zebrata di albumi e zafferano


      Autore: germana


      Ingredienti:
      •  280 g di albumi
      • 300 g di farina 00
      • 80 g di fecola di patate
      • 180 g di zucchero
      • 1 bustina di zafferano
      • 2 cucchiai di cacao amaro
      • 110 g di burro sciolto
      • 4cucchiai di latte
      • 1 bustina di lievito
      Setacciare le farine insieme al lievito, aggiungere lo zucchero, il burro, lo zafferano sciolto in 4 cucchiai di latte e gli albumi che avrete montato a neve fermissima con un pizzico di sale.
      Dividere il composto a metà ed in una di esse aggiungere il cacao.
      In una tortiera di cm 24 di diametro, versare al centro, altenativamente 3 cucchiai d'impasto bianco e 3 di quello al cacao, fino ad esaurimento del composto.
      Infornare a 180° per 25-30 minuti.

      giovedì 29 luglio 2010

      Cuori d’anatra prezzemolati


      Nome originale: Coeurs de canard en persillade
      Autore: Eugenio

      Ingredienti (per 4 persone):
      • 32 cuori d’anatra
      • 40 grammi di burro
      • un cucchiaio d’olio d’oliva
      • 2 spicchi d’aglio
      • prezzemolo
      • sale, pepe
      Dalla parte superiore dei cuori eliminate il grasso e quel che rimane delle arterie e vene cardiache (sono biancastre e sono formate da un tessuto duro). Tagliate ogni cuore in 3 o 4 pezzi, eliminando eventuali grumi di sangue; risciacquate e fate colare.
      Tritate non troppo finemente dell’aglio e prezzemolo e tenetelo da parte.
      Prendete una grossa padella, ungetela con l’olio e fatela scaldare bene. Mettevi i cuori e fateli cuocere a fuoco vivo rigirandoli spesso per circa un minuto; salate e pepate;inserite quasi tutto l’aglio e prezzemolo, date una voltata e aggiungete un pezzo di burro. Fate cuocere ancora un minuto sempre a fuoco vivo e rivoltando spesso. Metteteli nel piatto di portata e cospargete con ancora un pochino di aglio e prezzemolo crudo. Servite immediatamente accompagnandoli con un buon bordeaux rosso.
      Se preferite, invece che con aglio e prezzemolo, potete prepararli con la cipolla e otterrete una pietanza squisita dal sapore quasi zuccherato. Operate nel seguente modo:
      Affettate sottilmente una bella cipolla. Ungete la padella con un cucchiaio d’olio e fatela ben scaldare; inserite la cipolla e fatela cuocere con fuoco non troppo basso fino a che non sarà morbida e colorita; aggiungete 20 grammi di burro e fatela cuocere ancora un pochino. Togliete la cipolla e tenetela da parte. Fate ora cuocere i cuori a fuoco vivo per circa un minuto e mezzo, rigirandoli spesso; salate e pepate; inserite la cipolla col restante burro e fate cuocere ancora per mezzo minuto a fuoco vivo rivoltando spesso.
      Fate attenzione a non prolungare troppo la cottura per evitare che i cuori induriscano.

      mercoledì 21 luglio 2010

      Peperoni e melanzane in agrodolce




      Autore: germana
      • Ingredienti :
      • 1 peperone verde
      • 1 melanzana
      • 3 cucchiai di aceto
      • 1/2 cucchiaino di zucchero
      • sale
      • 3 cucchiaia di salsa di pomodoro
      • olio evo
      Procedimento
      Tagliare a cubetti la melanzana e metterli in acqua e sale almeno un'ora.
      Tagliere il peperone e friggerlo in olio evo e metterlo in una ciotola.Nello stesso olio, friggere i cubetti di melanzana ed unirli ai peperoni.
      Sempre nello stesso olio aggiungere la salsa di pomodoro che avevo  precedentemente preparato, unito le verdure e salate. Sciogliere lo zucchero nell'aceto ed versarlo nella padella fino a quando é stato tutto assorbito.
      La ricetta é semplice,perché  con queste verdure cucinate appena colte, il successo é assicurato.

      PS: questa é una dose per 2 persone.


      lunedì 19 luglio 2010

      Crostata di prugne


      Autore: Germana

       Ingredienti

      •  400 g di pasta frolla
      • 100 g di uvetta
      • 100 g di pinoli
      • 130 g di zucchero al velo
      • 50 g di panna 
      • 800 g di prugne rosse
      • 1 uovo


      Procedimento.

      Stendere la pasta con il mattarello e disponetela in una teglia anti aderente di cm 24 di diametro; bucherellatela con i rebbi di una forchetta,ricoprite con carta da forno e riempite di fagioli; infornate per 20 minuti a 180°.
      Sfornate e lasciate intiepidire togliendo carta e fagioli.Mettete nel vaso del frullatore i pinoli, l'uovo, 100 g di zucchero al velo e la panna, quindi frullate fino ad ottenere un composto fluido al quale aggiungerete l'uvetta prima ammorbidita in poca acqua tiepida.
      Versate la crema nella base di pasta già cotta, e coprite la superficie con le prugne tagliate a spicchietti.
      Cuocete in forno sempre a 180° per 20 minuti circa, sfornate e lasciate raffreddare. Spolverizzate di zucchero al velo prima di servire.

      lunedì 5 luglio 2010

      Frollini magici


       Autore: germana

      Li ho chiamati così per il mio amico Eugenio, e lui sa il perché

      • 120 g di farina 00
      • 120 g di burro sciolto
      • 120 g di zucchero
      • 120 g di marmellata
      • 2 uova intere
      • 1 pizzico di sale.


       Per fare la frolla, visto le temperature di questi giorni, io uso il robot :
      Metto lo zucchero, la farina, il sale ed il burro freddo tagliato a dadini, lavoro velocemente fino a quando ho ottenuto del grosso briciolame.
      A questo punto unisco le uova e lavoro velocemente ancora un po'.

      Quindi tolgo il composto e finisco di lavorare a mano.Faccio riposare l'impasto  in frigorifero una bella mezz'ora.

      Dopodiché stendo la pasta alta circa 4 mm e con le formine ritaglio i biscotti, facendo un buco in mezzo con il manico di un cucchiaio di legno.
      Inforno su una teglia ricoperta di carta a 180° per 15-18 minuti.
      Riempio i buchetti  con la marmellata. In questo caso ne ho usato due tipi perché dovevo finire i vasetti.
      Ognuno può scegliere quella che preferisce.




      venerdì 2 luglio 2010

      Orecchiette in insalata


      Autore: Germana

      Ingredienti: 
      • 1 zucchina
      • 1 melanzana
      • 1 spicchio d'aglio
      • 1 uovo sodo
      • 1 mozzarella
      • 1 pomodoro
      • 1 peperone
      • 1 acciuga dissalata per persone
      • olive nere snocciolate a seconda dei gusti
      • 1 manciata di basilico
      • 1 pugno di pasta a persona
      • Olio evo, sale-pepe
        Procedimento
        Grigliare la zucchina e la melanzana, tagliate a rondelle ed il peperone  a listarelle.
        In una ciotola, dove poi unirete la pasta, mettere l'aglio, la zucchina, la melanzana,il peperone, le olive, le acciughe e qualche foglia di basilico spezzettata, un bel giro di olio evo.
        In frigorifero per un paio d'ore o anche più.
        Passate le due ore, cuocere al dente la pasta, nel mio caso le Orecchiette della Compagnia del Cavatappi,
         togliere le verdure dal frigo, eliminare l'aglio, unire il pomodoro tagliato a spicchi, la mozzarella a dadini, l'uovo sodo a quarti, la pasta ed il resto del basilico.
        Un altro bel giro d'olio e il piatto é pronto.
        Ideale con questo caldo.

        martedì 29 giugno 2010

        Grissini saporitissimi


        Autore: Germana

        Dal ricettario Paneangeli
        Ingredienti:
        • 250 g farina 00
        • 1 bustina lievito secco Mastrofornaio
        • 10 g di zucchero
        • 1 cucchiaino colmo di sale
        • 30 g di burro Soresina
        • 150 ml di acqua tiepida (circa)
        • 50 g di Edamer grattugiato
        • 40 g di cipolle tagliate sottilissime
        • 20 g Grana Padano Soresina con pecorino
        Procedimento
        Setacciare la farina in una terrina e mescolarvi il lievito.Al centro praticare una buca e versarvi zucchero, sale e burro liquefatto ; amalgamare con una forchetta e versare l'impasto nella macchina del pane e far impastare.
        Far lievitare in una terrina infarinata, coperto da un canovaccio umido per 40 minuti circa (fino al raddoppio).
        Con il mattarello stendere l'impasto in un rettangolo 40 x 30 , pennellando una metà con acqua e distribuirvi il formaggio grattugiato e la cipolla.
        Chiudere con l'altra metà e premere bene, poi tagliare in tante strisce larghe cm 1,5;attorcigliarle e passarle nel grana grattugiato.
        Infornare  a 180-200° per 15-18 minuti nella parte media del forno.

        venerdì 25 giugno 2010

        Nocino


        Autore: Eugenio

        Ingredienti:

        • noci verdi 1 kg
        • alcool per liquori 95° 1 litro
        • zucchero 850 gr.
        • 1 pezzetto di cannella
        • 4 chiodi di garofano

        La tradizione vuole che le noci per fare il nocino debbano essere raccolte il giorno di San Giovanni Battista cioè il 24 Giugno. In questo periodo le noci sono al punto di maturazione adatto per questo liquore. Esse devono poter essere passate facilmente da parte a parte con un ago e inoltre, una volta tagliate a metà, l'interno deve presentarsi col cuore liquido-gelatinoso.

        Tagliate le noci in 4 utilizzando un coltello con la lama in ceramica o tutt'al più in acciaio inox. Mettetele in un vaso di vetro inframezzate allo zucchero. Lasciatele per due giorni al sole scuotendo ogni tanto il vaso in modo che diano l'acqua (non occorre aggiungerne) e lo zucchero si sciolga completamente.

        Aggiungete lo spirito, la cannella e i chiodi di garofano. Richiudete il vaso e lasciatelo per due mesi in luogo parzialmente esposto al sole. Una volta alla settimana agitate leggermente il vaso. Trascorsi 60 giorni, filtratelo al filtro di carta e imbottigliatelo. Conservate le bottiglie al buio e attendete almeno un anno prima di consumarlo.

        Gelato con Agar agar


        Autore: Germana

        Ingredienti
        • 6 tuorli
        • 500g di latte
        • stecca di vaniglia
        • 200g di zucchero
        • 200g di panna liquida
        • 2 bustine di agar agar in polvere da 2 g
        Preparazione:



        Crema inglese
        Mettere a bollire il latte con il baccello tagliato di vaniglia e le bustine di agar agar.
        Quando bolle preparare in una pentola i tuorli con lo zucchero, lavorare con la frusta fino a che si scioglie lo zucchero, quindi si versa il latte bollente a mestoli prima, poi tutto in un colpo.
        Si porta sul fornello mescolando con la spatola, la salsa è cotta quando la schiuma sparisce. Velocemente si filtra e si raffredda. Alla crema fredda aggiungere la panna liquida.
        Mettere il tutto nella gelatiera per ottenere il gelato.
        Si può presentare guarnito con delle ciliegie o amarene sciroppate, scaglie di cioccolato e/o tutto quello che vi piace di più.

        venerdì 18 giugno 2010

        Torta albumi fragole e cioccolato


        Autore: Germana

        Ingredienti
        • 460 g di albumi
        • 250 g di fecola di patate
        • 250 g di farina 00
        • 300 g di zucchero
        • 1 vasetto di yogurt alla fragola
        • 1 bicchiere e mezzo  di yogurt di olio di semi
        • 2 cucchiai di rum
        • 1 pizzico di sale
        • 1 bustina di lievito
        • gocce di cioccolato secondo i gusti
        Procedimento

        Montare a neve ben ferma gli albumi con il sale.
        In una terrina amalgamare tutti gli altri ingredienti tranne il cioccolato.Unire a questo composto gli albumi montati a neve, dal basso verso l'alto,e mettere il tutto in una tortiera di cm 26 di diametro.Cospargere la superficie con le gocce di cioccolato.
        Infornare a 160° per 50 minuti circa, prova stecchino.

        lunedì 7 giugno 2010

        Risotto di asparagi e crema di formaggi


        Autore: germy


        Ingredienti (per 4 persone):

        • Gr. 280 Riso Arborio
        • No. 36 Punte di asparagi bollite
        • No. 1 Piccola cipolla tritata
        • Gr. 50 Burro (lasciate perdere dieta e colesterolo)
        • Brodo vegetale (di verdure non di dado)
        • Gr. 150 Crescenza
        • Gr. 50 Parmigiano (la ricetta orifinale sarebbe gr. 80 ma a me sembrava troppo)
        • Sale e pepe

        Soffriggere la cipolla nel burro. Aggiungere il riso e tostarlo leggermente. Bagnare con il brodo BOLLENTE e continuare ad aggiungerlo piano piano rimestando. A metà cottura aggiungere le punte di asparagi lasciandone 12 a parte, come guarnizione. Cuocere ancora per alcuni minuti aggiungendo brodo, se necessario. Aggiustare di sale e sfumare di pepe. Aggiungere la crescenza (o stracchino) e il parmigiano. Servire "all'onda", nei piatti ben caldi, guarnendo ciascuno con 3 punte di asparagi. E' buonissimo.
        Source: Guida Gallo 2000- Ricetta del Ristorante "Al Gambero" di calvisano (BS)

        domenica 6 giugno 2010

        Ossibuchi con risotto



        Autore: germy


        Ingredienti:

        Per gli Ossibuchi


        • No. 4 Ossibuchi di vitello

        • 1/2 Cipolla tritata

        • 1/2 Bicchiere vino bianco

        • cm. 3 Concentrato di pomodoro in tubetto

        • Prezzemolo tritato

        • Buccia di limone non trattato tritata

        • Gr. 40 Burro

        • Olio

        • sale, pepe, poca farina bianca

        In una padella che possa contenere bene gli ossibuchi far sudare la cipolla tritata in burro e olio (non siate avari!). Togliere la cipolla e conservarla su un piattino. Infarinare gli ossibuchi a cui avrete fatto i tagli laterali per rompere le cartilagini, e adagiarli nella padella. Far rosolare da una parte e dall'altra, bagnare con il vino bianco, salare, pepare, unire il concentrato di pomodoro e la cipolla. Coprire, abbassare il fuoco al minimo e muovere spesso perchè non si attacchino. Far cuore un'ora e mezza (sì sì non mi sono sbagliata), unendo se necessario poco brodo. Cinque minuti prima di spegnere il gas unire il prezzemolo tritato con la buccia di limone, unire un mestolino di brodo, deglassare e spegnere il gas


        Per il risotto


        Per 4 persone utilizzo gr. 280 di riso Carnaroli. Preparo un ottimo brodo di carne mista (manzo e vitello)e invece di usare la solita bustina di zafferano, utilizzo i pistilli di zafferano. Poi procedo come di consueto:


        Far sudare mezza cipolla in gr. 40 di burro (SOLO burro). Aggiungere il riso e quando è ben tostato (toccatelo deve essere caldo)sfumo con mezzo bicchiere di vino bianco secco . Quando il vino è evaporato incomincio ad aggiungere il brodo, inizio con tre mestoli e non mescolo più. Quando si asciuga unisco altro brodo e 5 minuti prima di spegnere aggiungo i pistilli che ho messo a bagno nel brodo caldo in una ciotolina. Quando cotto faccio la mantecatura con un pezzettino di burro e parmigiano. Mescolo bene.


        Servire gli ossibuchi con il riso accanto.


        Piatto unico della cucina milanese. Accompagnare con dell'ottimo vino Barbera.


        Avevo già messo una ricetta per gli ossibuchi, ma questa è migliore. Ho pizzicato qualche suggerimento da gennarino






        Scrivere qui il procedimento.

        venerdì 4 giugno 2010

        Pasta sfoglia light


        Autore:germana

        Una pasta sfoglia leggera, che sostituisce la classica piuttosto burrosa,ottima per crostate dolci e salate.

        • 250 g di ricotta
        • 250 g di farina 0
        • acqua o latte q.b.
        • sale o zucchero.

          Setacciare la farina, aggiungere la ricotta, sale o zucchero, impastare con qualche cucchiaio di latte o acqua in totale circa 100 g ed é fatta.
          Non ha bisogno di riposo, si stende facilmente, basta premere leggermente l'impasto ed il segno rimane.
          Chi volesse aromatizzarla si può aggiungere: pepe,aghi di rosmarino tritati, origano oppure quei preparati per arrosti che si trovano in giro.

        mercoledì 26 maggio 2010

        Frollini deliziosi


        Autore: Germana
        Ingredienti:
        • 3 tuorli di uovo sodo
        • 100 g di burro
        • 100 g di zucchero
        • 100 g di farina 00
        • 100 g di fecola di patate
        • 1 bustina di vanillina
        • un pizzico di sale
        • marmellata
           
        Schiacciare i tuorli, aggiungere nell'ordine  lo zucchero, la farina, la fecola, il pizzico di sale, la bustina di vanillina ed amalgamare con il burro.
        Stendere la pasta alta 1/2 cm e ritagliare con le formine i biscotti; riempire  con la marmellata quelli con il buco e lucidare gli altri.
        Infornare a 180° per 15-18 minuti.

        martedì 25 maggio 2010

        Pane all'uva sultanina


        Autore: Germana



         Un pane fatto con quella parte di lievito naturale che saremmo costrette a sacrificare facendo i rinfreschi.
        •  250 g di lievito madre rinfrescato almeno una volta
        • 160 g di zucchero
        • 150 g di uva sultanina
        • 250 g farina 00
        • 100 g di latte
        • 50m g di burro morbido
        • 1 uovo
        • 10 g di lievito chimico
        • 1/2 cucchiaino di sale
        Per la glassa
        • 50 g di burro freddo
        • 60 g di zucchero di canna
        • 40 g di farina
        • cannella
          Procedimento
          Battere il burro con lo zucchero, unire l'uovo e il latte, e con questa crema stemperare bene il lievito madre, poi unire la farina ed il lievito, in ultimo il sale.
          Amalgamare bene poi unire delicatamente l'uvetta ammollata e strizzata e mettere il tutto in una ciotola unta e infarinata di cm 20 di diametro.
          Lievitare 3 ore circa. 
          Nel frattempo preparare  la glassa: sfregare il burro spezzettato con lo zucchero e la farina fino ad aver dei grossi grumi, unire la cannella.
          Spargere la glassa sull'impasto e cuocere in forno a 180° per 45-50 minuti.
          La ricetta é delle mitiche gemelle Simili.

          giovedì 6 maggio 2010

          Scampi alla catalana


          Autore: Eugenio

          Ingredienti:

          • 8 etti di scampi
          • un peperone giallo
          • un cipollotto
          • un finocchio
          • un cuore di sedano
          • un pomodoro
          • mezzo bicchiere d'olio evo
          • mezzo limone
          • sale, pepe

          Innanzitutto preparate un court bouillon. Prendete quindi gli scampi e immergeteli nel court bouillon bollente lasciandoli cuocere per circa 4 minuti. Spegnete e lasciate intiepidire con la pentola scoperta. Togliete gli scampi, sgusciateli, lasciateli raffreddare e, se sono grandi, tagliateli a metà. Prendete il peperone, pulitelo e tagliatelo a julienne. Pulite il cipollotto e affettatelo sottilmente. Prendete il finocchio, pulitelo e affettatelo sottilmente dopo aver eliminato il fondo e le parti esterne più dure mettendo da parte la barba verde. Affettate pure sottilmente il cuore di sedano. Prendete un pomodoro da insalata maturo ma sodo, tagliatelo a spicchi, eliminate la parte bianca dura e i semi, quindi tagliatelo a cubetti (concassée). Preparate il condimento frullando insieme la barba del finocchio, mezzo bicchiere d’olio extravergine, il succo di mezzo limone, sale e pepe. Disponete gli scampi al centro di un piatto e le verdure tutte intorno lasciandole però divise le une dalle altre. Distribuite il condimento su ogni cosa. Portate in tavola e mescolate. E’ un’insalata ottima in estate accompagnata da un buon vino bianco fresco.

          Court bouillon


          Autore: Eugenio

          Ingredienti:

          • un cucchiaino di pepe in grani
          • un chiodo di garofano
          • una costa di sedano
          • una carota
          • una cipolla
          • una foglia di alloro
          • un bicchiere di vino bianco secco
          • un pugnetto di sale grosso

          Si tratta di un brodo vegetale aromatizzato che si utilizza in molte preparazioni che richiedono la bollitura di pesci o crostacei. Per prepararlo mettere in una pentola di acqua fredda tutti gli ingredienti; ponete sul fuoco e, una volta alzato il bollore, lasciate cuocere coperto a fuoco lento per 35 minuti. Passate al colabrodo e se non dovete servirvene subito potete conservarlo per 2 giorni in frigo oppure potrete anche congelarlo in bottigliette di plastica.

          Torta al mascarpone



          Autore: germana

          Un tipico dolce da prima colazione e o merenda.
          Si parte dal peso delle uova :
          si pesano le uova con il guscio, poi si prende la stessa quantità di burro, zucchero e farina.
          Nel caso specifico però avendo usato 250 g mascarpone al posto del burro , le uova sono state quattro.

          Procedimento
          Si batte il mascarpone con lo zucchero e si aggiungono uno alla volta le uova alternandole con cucchiaiate di farina setacciate con 2 cucchiaini di lievito per dolci non di più (in realtà riesce anche senza, aumentando il lievito si otterrà un dolce più gonfio, ma l'indomani sarà asciutto).
          Ho aggiunto poi all'impasto il succo di un'arancia e la scorza grattugiata.
          Infornato in una teglia di 26 cm di diametro a 175° per 35-40 minuti.
          Morbidissimaaaa.

          Si può fare anche se in casa si hanno solo 2 uova.

          Alcune varianti:
          1. Aggiungere cioccolato grattugiato
          2. Con un paio d'etti di canditi (per il peso di 4 uova) si può fare il plum cake
          3. Si può dividere l'impasto in due ed aggiungere ad una metà del cioccolato fuso o cacao, poi in teglia alternare le due paste per un effetto bicolore
          4. Si possono fare anche i muffins

          sabato 24 aprile 2010

          Stuzzichini salati



          Autore: germana

          Ho fatto questi stuzzichini con la ricetta della pasta matta che trovate qui

          Ingredienti per la farcia:
          • Salsa di pomodoro
          • acciughe
          • mozzarella
          • origano
          • cipolla
          Ho fatto stufare la cipolla tagliata fine in un pochino d'olio, sale e pepe.
          Ho ritagliato con un coppapasta le pizzettine e coperte con la salsa di pomodoro, un pezzetto d'acciuga, le cipolle stufate, origano e mozzarella.
          Infornato a 200° per 8-10 minuti.

          Si potrebbero farcire anche con :
          spinaci e ricotta
          cicoria saltata con olio, aglio , peperoncino
          olive verdi
          capperi salati e mozzarella .....




          domenica 18 aprile 2010

          Ravioli spinaci e acetosella



          Autore: germana

          Ingredienti:

          • Ripieno
          • 100 g di spinaci freschi o surgelati
          • 100 g di acetosella fresca
          • 50 g di grana padano grattugiato
          • 25 g di pinoli
          • Sale- pepe
          • Pasta sfoglia
          • 400 g di semola
          • 3 uova
          • Una presa di sale
          • 1 cucchiaio d’olio
          • Condimento
          • Burro- grana padano grattugiato- prezzemolo.


          Procedimento
          Preparate la sfoglia impastando la semola con le uova, il sale e l’olio. Formate un panetto , copritelo con la pellicola e lasciar riposare al fresco per mezz’ora.In una ciotola mescolate gli spinaci e l’acetosella bolliti precedentemente, strizzate e tritate le erbe, unite i pinoli ed il grana; amalgamate molto bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Stendete metà della pasta fino ad avere una sfoglia alta 4 mm, mettetela con il mattarello sull’apposito stampo dei ravioli ben infarinato. Disponete in ciascun incavo un mucchietto del composto di spinaci. Stendete la pasta rimasta e appoggiatela sopra. Fatela aderire bene alla sfoglia con il ripieno, premete e ritagliate i ravioli. Lessate i ravioli in acqua bollente salata per 10 minuti circa. Scolateli molto bene e conditeli con il burro fuso, grana padano grattugiato e prezzemolo.

          Se non riuscite a trovare l’acetosella usate 230 g di spinaci ed aggiungetevi la scorza grattugiata di 1 limone: è il modo più semplice per ricreare il gusto un po’ particolare e pungente dell’acetosella.

          lunedì 12 aprile 2010

          I biscotti di Vittorio





          Autore: Germana

          La ricetta della crostata é di Vittorio: Buonissima.
          Poiché mi avanzata della pasta, avendo usato uno stampo piccolo, ho fatto questi biscotti che ho lucidato con la marmellata di albicocche.

          Sono un po' calorici, ma come si dice "semel in anno licet insanire"...

          giovedì 18 marzo 2010

          Colomba Pasquale


          Autore: Eugenio



          Questa è la ricetta della migliore colomba pasquale del mondo e cioè quella del mitico pasticcere genovese Papum. Sulla ricetta originale trovate anche la sequenza fotografica dello stesso Papum.

          Sia per i rinfreschi sia per gli impasti usate farina manitoba. Per due o tre giorni tenete il lievito fuori dal frigo e rinfrescatelo ogni 24 ore con le dosi consuete (50 gr. LM, 50 gr. farina, 25 gr. acqua).

          Il giorno prima dell'impasto fate un rinfresco con la seguente dose: 150 grammi LM, 300 grammi farina, 135 grammi acqua. Impastate bene ed effettuate la seguente operazione che si chiama rullatura. Prendete l’impasto, mettetelo sulla spianatoia e appiattitelo col matterello (eventualmente lo infarinerete un pochino) allo spessore di un centimetro scarso. Lo dovrete tirare in un solo senso, in modo da ottenere una striscia rettangolare e non quadrata. Adesso ruotate la striscia di 90 gradi, piegatela in tre e mettetela con le pieghe in giù. Passate di nuovo il matterello (così facendo adesso la starete tirando nell’altro verso). Ripetete questa operazione 3 o 4 volte. Alla fine prendete la striscia ottenuta e arrotolatela sul lato corto (cioè otterrete un cilindro lungo come il lato corto). Infarinatelo e avvolgetelo in una tela molto robusta e leggermente inumidita. Legatelo come un salame con uno spago molto robusto. Non occorre legarlo stretto perché poi si tenderà da solo.

          Il mattino seguente (diciamo alle 9) slegate il pacco e, siccome la parte esterna sarà asciugata un po’, prelevate solamente la parte morbida interna e fate un rinfresco con la dose seguente: parte interna gr. 60, farina gr. 90, acqua gr.45. Impastate per una decina di minuti, formate una palla, incidetela a croce e mettetela per 4-5 ore in un recipiente coperto (legno o plastica) in ambiente caldo (27-28 gradi) ad esempio nel forno spento con la luce accesa.

          Trascorso il tempo indicato (verso le 14) fate un secondo rinfresco con la seguente dose: LM dal primo rinfresco gr. 100, farina gr. 100, acqua gr. 60. Impastate per 10 minuti, formate una palla, incidetela a croce, mettetela in recipiente coperto a temperatura ambiente al riparo dagli spifferi per altre 4-5 ore. Ad esempio il forno spento (luce spenta).

          Intanto si è fatta sera (verso le 19) e possiamo procedere al primo impasto. L’ideale sarebbe avere un’impastatrice tipo kenwood o kitchen aid. Occorrono 135 grammi dell’ultimo lievito che impasteremo per 5 minuti con 3 rossi d’uovo. Intanto che l’impastatrice lavora, sciogliamo 105 grammi di zucchero in 150 grammi d’acqua rotta (cioè non fredda, appena tiepida). Dopo aver impastato i tuorli col lievito aggiungiamo l’acqua e zucchero, 155 grammi di burro ammorbidito e 390 grammi di farina. Continuiamo a impastare e quando la pasta è ben legata aggiungiamo poco alla volta altri 50 grammi d’acqua rotta. Quando tutta l’acqua è stata assorbita mettiamo il recipiente al caldo (27-28 gradi) coperto con un telo e lasciamo lievitare per 12 ore. Non buttate gli albumi perché serviranno per la glassa.

          L’indomani mattina aggiungiamo all’impasto: 15 gr. di miele, 4 gr. di sale fino, 30 gr. di zucchero e 85 gr. di farina. Impastiamo fino a che la pasta si è incordata e ha formato una palla. A questo punto aggiungiamo altri 3 tuorli, uno alla volta, facendone assorbire uno prima di unire il successivo. Uniamo poi, sempre poco alla volta, 30 grammi di burro fuso (ad esempio nel microonde) ma non troppo caldo. Quando tutto è ben amalgamato uniamo: una scorza d’arancia grattugiata (solo la parte colorata), l’interno di una bacca di vaniglia e 300 grammi di cubetti di scorza d’arancia candita. Impastiamo soltanto il tempo di incorporare questi ultimi ingredienti. Formate una palla e lasciatela riposare sulla spianatoia per un’ora coperta da un panno. Tagliate ora la pasta in due parti circa uguali e ciascun pezzo arrotolatelo su se stesso (incartare), girate il pezzo (cioè il cilindro ottenuto) di 90 gradi e incartatelo per l’altro verso (un po’ come si fa per la rullatura). Coprite, lasciate riposare 20 minuti e tagliate i due pezzi a metà ottenendo così 4 pezzi. Incartateli solo una volta partendo dal lato tagliato che così resterà all’interno. Coprite e lasciate riposare altri 20 minuti. Prendete ora due stampi in carta per colomba da 750 grammi. Preparate adesso le ali formando un filone con un pezzo di pasta, piegatelo a U e adagiatelo nello stampo con le punte verso la coda. Con un altro pezzo di pasta farete il corpo formando un filone di spessore non del tutto omogeneo e cioè piccolino verso la testa, poco più grande sulla coda, e ancora un po’ più grande al centro. Adagiate anche questo nello stampo appoggiandolo sulle ali e ripetete le operazioni anche con l’altro stampo e gli altri due pezzi di pasta. Mette quindi a lievitare al caldo coperte per circa 4 ore o anche più, cioè fino a raggiungere quasi il bordo dello stampo.

          Nel frattempo potete preparare la glassa tritando finemente nel mixer, insieme a 225 gr. di zucchero, 55 gr. di mandorle dolci, 30 gr. di mandorle amare (armelline), 30 gr. di nocciole tostate e 10 gr. di pinoli. Mettete il trito in una ciotola e, mescolando a mano, aggiungete poco alla volta gli albumi fino a ottenere un impasto morbido che sia possibile spremere col sac a poche. Con questa dose servono indicativamente 2 albumi.

          Una volta lievitate, lasciatele un pochino all’aria in modo che formino una leggera pelle quindi ricopritele con la glassa. Potete spremerla dalla sacca oppure potete spalmarla con la spatola.
          Fate l’occhio della colomba con mezza ciliegina candita; distribuite sulla superficie delle mandorle e della granella di zucchero; ricoprite infine con abbondante zucchero a velo.

          Infornate in forno già caldo a 180 gradi e fate cuocere per 45 - 50 minuti. Quando iniziano a colorire copritele con carta stagnola. Comunque regolatevi secondo il vostro forno.

          venerdì 12 marzo 2010

          Pangoccioli



          Autore: germana

          Ingredienti:
          • 500 g farina 00
          • 125 g di latte
          • 1 cubetto di lievito di birra
          • 50 g di zucchero
          • 100 g di burro
          • 1 uovo intero
          • 1 tuorlo
          • 1 pizzico di sale
          • 100 g di gocce di cioccolato.

          Mettere tutti gli ingredienti nella Mdp sul programma impasto, tranne il burro e le gocce di cioccolato che unirete per ultimi, cioè quando l'impasto é amalgamato.

          Far lievitare l'impasto fino al raddoppio (2 ore circa), in una ciotola coperta, nel forno spento.

          Dividerlo poi in tante palline da 60 g cad. ne ho ricavate 19 e far lievitare di nuovo almeno un'ora (fino al raddoppio). Spennellare con il latte ed infornare a 200° per 10/12 minuti.

          venerdì 26 febbraio 2010

          Focaccia alla genovese col lievito madre



          Autore: Eugenio

          Dose per una teglia di cm. 38 X 31:

          per l'impasto:

          • Lievito madre 150 grammi
          • Acqua 250 grammi
          • Farina 500 grammi
          • Olio extravergine 40 grammi
          • Zucchero un cucchiaino
          • Sale fino 13 grammi

          Inoltre: Olio extravergine e sale grosso

          Tiriamo fuori dal frigo il lievito madre e lasciamolo per circa 8 ore a temperatura ambiente chiuso in un sacchetto di nylon.
          Trascorso questo tempo diluiamolo con 40 grammi d’olio più 250 grammi d’acqua in cui avremo sciolto un cucchiaino di zucchero. Aggiungiamo la maggior parte dei 500 grammi di farina e iniziamo a impastare. Mischiamo il sale alla farina restante, aggiungiamola al resto e impastiamo per circa 10 minuti.
          Compattiamo un pochino l’impasto e mettiamolo in un recipiente che non sia di metallo, copriamolo e lasciamolo a temperatura ambiente fino a che non raddoppia di volume. A seconda della stagione possono occorrere 12 ore o anche più.
          Versiamo l’impasto sulla madia infarinata, effettuiamo qualche piega e diamo la forma che ha la nostra teglia (rotonda o rettangolare).
          Copriamo con un panno bagnato e strizzato e lasciamo riposare per 40 minuti.
          Ungiamo bene la teglia e versiamo ancora un po’ d’olio al centro di essa. Posiamoci l’impasto e stendiamolo con le mani unte, pigiando bene ma senza stirare la pasta, in modo da stenderlo su tutta la teglia.
          Distribuiamo sulla superficie del sale grosso e mettiamo al caldo, cioè fra 27 e 28 gradi, per un’ora. Si può ad esempio mettere la teglia in forno con dentro un pentolino di acqua bella calda e con la luce accesa.
          Dopo un’ora distribuiamo un po’ d’olio su tutta la superficie e pigiando a fondo i polpastrelli formiamo le classiche fossette. Versiamo sulla superficie anche mezzo bicchiere d’acqua tiepida e rimettiamo al caldo per 1 ora e 50 minuti.
          Poco prima che termini questo tempo portiamo il forno a 250 gradi. Se avevamo già messo la focaccia nel forno spento per tenerla al caldo, la toglieremo con delicatezza facendo attenzione alle correnti d’aria.
          Inforniamo nel forno a 250 gradi abbassando subito a 230 gradi e cuociamo per circa 15 minuti dopo di che facciamo colorire per qualche minuto col grill.
          Appena cotta la toglieremo subito dalla teglia affinché non si rammollisca.
          Spennelliamo la superficie con qualche goccia d’olio extravergine. Si può mangiare anche fredda ma calda esprime il suo massimo.

          martedì 23 febbraio 2010

          Muffins all'amarena



          Autore: germana

          Ingredienti secchi

          • 175 g di farina
          • 100 g di zucchero
          • 1/2 bustina di lievito
          • sale
          Ingredienti umidi
          • 2 uova
          • 130 ml di latte
          • 80 g di burro fuso
          marmellata di amarene q.b.

          Procedimento
          Setacciare la farina con il lievito, aggiungere lo zucchero, il sale. A parte mescolare il burro liquefatto e freddo, il latte e le uova. Unire i 2 composti mescolando pochissimo. Versare negli stampini riempiendoli per 3/4, coprire con una noce di marmella. Infornare a 180C° per 20 minuti circa.

          martedì 16 febbraio 2010

          Risotto con fagioli e cotechino




          Autore: germana

          Avendo avuto la fortuna di avere un cotechino "doc", ho fatto questo risotto e con il suo grasso questo pane

          Ingredienti:

          • 320 g di riso Carnaroli
          • 1/2 cipolla
          • 1 scatola di borlotti precotti
          • 1 cucchiaio di olio evo
          • 2 cucchiai di passata di pomodoro
          • 1/2 bicchiere di Chianti o altro vino fermo
          • Brodo
          • Cotechino cotto (quello che avrete avanzato) a pezzetti
          Procedimento:

          Soffriggere la cipolla nell'olio, unire il riso e farlo tostare, aggiungere la passata di pomodoro, sfumare con il vino rosso, unire i pezzetti di cotechino e continuare a cuocere per alcuni minuti aggiungendo mano a mano il brodo caldo.

          Quasi alla fine, mettere i fagioli amalgamandoli bene al riso fino a sua completa cottura (almeno 5 minuti)

          Buonissimo!!!

          sabato 13 febbraio 2010

          Scorzette di arance bio candite





          Autore: Germy

          Ingredienti:




          • No 4/5 arance non trattate


          • Lt. 1 acqua


          • Kg. 1 zucchero (gr. 250 x 4 passaggi)


          • ulteriore zucchero o cioccolata amara


          Togliere la scorza della arance avendo cura di non prendere la parte bianca interna (non toglierla tutta solo quella che si solleva facilmente. Fare 4 spicchi di scorza per ogni arancia.



          In una pentolina mettere dell'acqua (oltre il litro indicato negli ingredienti), portarla a bollore e poi aggiungere le scorzette. Far sobbollire per 30 minuti (devono diventare QUASI trasparenti). Poi scolare le scorzette.



          Nella stessa pentolina versare il litro d'acqua, gr. 250 di zucchero e le scorzette. Far sobbollire per 20 minuti. Trascorsi i venti minuti aggiungere nello stesso liquido altri gr. 250 di zucchero, far sobbollire ancora per 20 minuti e così di seguito fino a finire lo zucchero (4 passaggi) facendo sempre sobbollire per 20 minuti. Spegnere il fuoco, lasciar raffreddare il composto, poi mettere in frigo per una notte.



          La mattina seguente sgocciolare le scorzette e adagiarle su carta da forno (vedi foto). Lasciar riposare almeno 3 ore, poi tagliarle a striscioline (o come volete) e passarle nello zucchero (o cioccolato fuso). Lasciar ancora sciugare su carta da forno prima di mettere in un vaso di vetro ermetico o in una scatola di latta.



          Ricetta di Sarah - http://www.fragolelimone.blogspot.com/







          giovedì 11 febbraio 2010

          Ciambellone lombardo



          Autore: germana

          Questa é una ricetta di Sergio Salomoni, lombardo doc: un nome e una garanzia

          Ingredienti:

          200 g di burro
          200 g di zucchero al velo
          150 g di farina 00
          80 g di fecola di patate
          2 uova intere
          6 tuorli
          1 bustina di lievito
          zucchero in granella q.b.
          sale
          burro e farina per lo stampo


          Montare a lungo con lo sbattitore elettrico il burro con lo zucchero al velo ed un pizzico di sale.
          Quando il composto sarà ben gonfio e cremoso, incorporare alla volta le uova intere e i tuorli; quindi aggiungere le farine e il lievito setacciati.
          Versare l'impasto in uno stampo a ciambella di cm 26 di diametro, imburrato ed infarinato, cospargere con lo zucchero in granella ed infornare a 180° per 45' circa.


          mercoledì 10 febbraio 2010

          Moscardini coi carciofi


          Autore: Eugenio

          Ingredienti per 4 persone:

          • 1 Kg. di Moscardini
          • 3 Carciofi
          • 1 Cipolla
          • Olio
          • Sale
          Prendete dei moscardini, puliteli bene e metteteli ancora grondanti acqua in una casseruola con una cipolla tagliata e il sale. Fateli cuocere coperti per dieci minuti a fuoco vivo rimescolando ogni tanto. Aggiungete i carciofi a fette o piccoli spicchi (otto per carciofo) e tre cucchiai d’olio. Lasciate cuocere per altri cinque minuti sempre coperti. Spegnete e lasciate coperto. Dopo alcune ore (anche il giorno dopo) scaldate e servite. Se vi piace potete anche aggiungere del peperoncino o una macinata di pepe. Allo stesso modo potete fare seppie o totani.

          martedì 9 febbraio 2010

          I bumbunéen



          Autore: germana

          Antica ricetta carnascialesca, retaggio dell'invasione francese, sicuramente é una "storpiatura"? del francese bonbons.
          Biscotti deliziosi, dal sapore un po' rustico che non guasta affatto, anzi un valore aggiunto, però un difetto ce l'hanno: non si finirebbe mai di mangiarli.

          Ingredienti:
          • 200 g di farina gialla "fioretto"
          • 600 g di farina 00
          • 200 g di fecola di patate
          • 400 g di zucchero
          • 100 g di burro
          • 150 g di strutto
          • 3 tuorli
          • 2 albumi
          • scoza grattugiata di 1 limone
          • 6 mentine bianche polverizzate (oppure un goccio di anice)
          • 1 bicchiere di vino bianco secco (per gli astemi: succo d'arancia)

          Lavorare tutti gli ingredienti come per la frolla. Tagliare poi i biscotti secondo la forma preferita e pennellarli con l'albume avanzato.
          Infornare a 175° per circa 15-18 minuti.
          Ne vengono due belle teglie.

          venerdì 5 febbraio 2010

          Pizza con Lievito Madre


          Autore: germy

          Ingredienti x 6 persone

          • Gr. 280 Lievito madre
          • Gr. 450 Farina Manitoba
          • Gr. 250 Semola Rimacinata
          • Gr. 300 Acqua appena tiepida
          • Gr. 40 Olio
          • Gr. 20 Sale

          Alle H. 09:30

          Ho usato il robot ed ho sciolto il lievito madre nell'acqua unendo anche l'olio. Quando il tutto era ben amalgamato ho unito le farine e il sale. Ho messo a lievitare al caldino in una ciotola.

          Alle H. 14:30

          La pasta era ben lievitata, l'ho stesa nella teglia- unta solo al centro. Ho rimesso al caldo a lievitare .

          Alle H. 19:30

          Ho condito con una passata di pomodorini preparata con sale, pepe, origano e olio. Ho infornato a 200° per circa 25 minuti. Cinque minuti prima di togliere dal forno ho messo mozzarella di bufala tagliata a fettine e ho cosparso con un po' di origano e un filo d'olio.

          Buon appetito

          La ricetta è di Cindystar - cookaround

          Ravioli alle noci con salsa al gorgonzola


          Autore: Mirella


          Ingredienti per 4 persone

          PASTA:
          • farina gr 300
          • 3 uova
          • sale
          FARCIA:
          • bietole già pulite gr 300
          • noci gr 70
          • aglio
          • peperoncino
          • olio evo
          • sale e pepe
          CONDIMENTO:
          Ho preso questa ricetta dal numero di febbraio 2009 della rivista La Cucina Italiana modificando solo il formato della pasta con conseguente modifica del nome della ricetta.

          Allora procediamo:

          Pasta: ho lavorato la farina con le uova e una presa di sale...la ricetta dice di aggiungere un cucchiaio di olio, ma io non l'ho mai fatto. Ho impastato molto a lungo per avere una pasta liscia ed omogenea. Ho avvolto l'impasto nella pellicola trasparente e l'ho lasciato riposare in frigorifero per 30'.

          Farcia:
          in una padella ho scaldato due cucchiai di olio con due spicchi di aglio e un peperoncino affettato. Ho aggiunto le bietole, coperchiato e le ho fatte stufare per qualche minuto, poi ho eliminato l'aglio e le ho tritate. Le ho rimesse nella padella, ho unito le noci sminuzzate e ho proseguito la cottura ancora per qualche minuto. Ho aggiunto sale e pepe e ho lasciato raffreddare.

          Condimento:
          ho tritato aglio e cipolla (la ricetta dice uno scalogno, ma mi sono accorta troppo tardi di non averlo) e li ho soffritti con un pò di burro, ho aggiunto un ciuffo di prezzemolo tritato, un mestolino di brodo vegetale e ho stemperato il gorgonzola facendolo sciogliere bene. Mentre facevo ciò ho pensato che sarebbero stati bene qui anche due funghi secchi tritati.

          Ho confezionato i ravioli e li ho buttati nella padella con la salsa due minuti dopo essere venuti a galla.

          Ho portato subito in tavola i ravioli caldissimi.

          Ragazzi.....provateli, sono strepitosi!!!!!

          Con questa ricetta partecipiamo a

          mercoledì 27 gennaio 2010

          Le chiacchiere



          Autore: germana

          Ingredienti:
          500 g farina bianca 00
          50 g di zucchero
          50 g burro morbido
          4 uova intere
          1 bicchierino di grappa o Marsala o vino bianco
          1 bustina Paneangeli
          zucchero al velo q.b.


          Si impasta il tutto lavorandolo a lungo: deve risultare un impasto abbastanza sodo, come la pasta fatta in casa, liscio ed amalgamato.

          Con la macchinetta si tirano le sfoglie, non proprio sottilissime , si tagliano con la rotella dentata dei rettangoli con due o tre tagli al centro e faccio così le chiacchiere.

          Le friggo in olio ben caldo, ed in seguito le cospargo di zucchero al velo.

          Loading...
          Loading...
          Loading...
          Loading...

          Antipasti

          Minestre

          Primi piatti asciutti

          Piatti unici

          Insalate

          Pesce

          Pietanze di magro

          Pietanze di grasso

          Torte salate e farinata

          Dolci

          Pane e focaccia

          Cucina rapida

          Cucina a microonde

          Ricette di base

          Conserve

          Tecniche

          Tutti i filmati


          Loading...
          Loading...
          Loading...


          Ci siamo anche noi

          Ci riservano un trattamento di favore...

          Bernardi Impastatrici

          Primi degli italiani

          E quest'anno?

          Anche quest'anno abbiamo fatto benino; siamo cioè arrivati 133-esimi su 773 partecipanti. Grazie a tutti coloro che ci hanno votato.

          E poi?

          Dedica un minuto. E' importante

          una ricetta per il santa lucia
          Clicca sul logo e manda anche tu la tua ricetta per sostenere questa struttura

          Cerca sul ricettario

          Ricerca personalizzata
           

          Cosa guarda il topo?